Viaggi in Europa, Viaggi Last Minute

Lucky as an Irish man || Dublino in tre giorni

A marzo abbiamo avuto la fortuna di visitare la bellissima #Dublino, capitale della verde e allegra #Irlanda.
Purtroppo però il tempo non era dalla nostra parte, quindi abbiamo accettato la sfida e abbiamo visitato Dublino in ben 3 giorni e vi mostreremo che è possibile visitare le attrazioni più importanti pur avendo i minuti contati!
Ecco la nostra esperienza e consigli per chi vuole vedere le cose più affascinanti e ha poco tempo!
IMG_20180307_112129.jpg
☘️DAY 1☘️
Dalle 18:00 in poi
  • The Spire;
  • Ha’ Penny Briidge;
  • Temple Bar;
Per fortuna i collegamenti dall’aeroporto sono super efficienti, ci sono sia Airlink che autobus di linea che passano per le vie principali della città.
Noi abbiamo alloggiato al #Dublin Central Suites a Gardiner Street Upper, una delle vie principali che sbuca sulla via che costeggia le sponde del fiume Leffey che divide in due la città.
La prima attrazione che incontrerete è sicuramente il The Spire: chiamato anche Monumento della Luce è una torre di acciaio situata in O’Connel Street a Dublino, alta 120 metri.
Questo spillo gigantesco alla fine di Talbot Street, segna l’incrocio con la via principaleO’Connell Street che pullula di localini e pub ideali per cenare senza spendere tantissimo.
IMG_20180306_222041 (1).jpg
Proseguendo, noterete l’illuminatissimo Ha’Penny Bridge, uno dei simboli principali di Dublino.
E’ un ponte del 1836, conosciuto anche come ponte di mezzo penny, in quanto era proprio la tassa da pagare per attraversare il ponte e andare dall’altra parte della città.
Offre uno spettacolo meraviglioso sia di notte, con le sue luci che si riflettono sulle acque del fiume, che di giorno con il suo bianco che si staglia sullo sfondo delle case della città.
Attraversandolo nel pieno mood di un Lucky Irish Man, si viene teletrasportati nelle magiche atmosfere irlandesi di Temple bar: davanti a voi un tunnel illuminato tutto di verde che vi trascinerà all’interno del quartiere più vivo di Dublino.
Con i suoi pub, musica e fiumi di birra, non vi accorgerete nemmeno del tempo che scorre o del freddo gelido di un tipico inverno irlandese (quando ci siamo andati noi, c’era stata appena 3 giorni prima una bufera di neve).
IMG_20180306_215226.jpg
☘️DAY 2☘️
  • Dublin Castle
  • Trinity College
  • Christ Church Cathedral
  • Guinnes Storehouse
Sveglia presto, zaini in spalla e subito in giro a scoprire Dublino.
Scendendo per O’Connel Street, noterete che tutte le attrazioni sono facilmente raggiungibili a piedi, non è necessario infatti comprare un abbonamento.
Il Castello di Dublino onestamente ci ha un po’ delusi all’esterno, motivo per cui abbiamo deciso di non entrare all’interno a fare la visita guidata.
Tuttavia è possibile passeggiare all’interno del suo cortile, anch’esso molto moderno per le nostre aspettative. La parte più bella però è senza dubbio la Chiesa in stile gotico che rispecchia lo stile dell’antico e originario castello.
PANO_20180307_142545.jpg
Sul retro, vi è un giardino con un grande prato decorato e un ponte che lo collega alla terrazza del castello, aperta al pubblico nella quale potrete fare anche una sosta al bar del castello affacciandovi dal tipico bordo smerigliato del castello.
IMG_20180307_142206.jpg
Il Trinity College senza alcun dubbio, risolleva il morale, consigliamo a tutti gli studenti di portare con se la student card o qualsiasi cosa attesti che siete degli studenti per avere sconti e agevolazioni per gli ingressi.
MVIMG_20180307_122351.jpg
Famoso soprattutto per la sua biblioteca e per il Manoscritto di Kell, questo college tipico irlandese merita senza dubbio una bella sosta, soprattutto se vi è una bella giornata. Sempre piena di studenti e non, potrete rilassarvi sotto qualche albero dei suoi giardini e respirare l’aria del campus in una tipica giornata universitaria.
Ma veniamo al dunque con la Trinity College Library! Merita assolutamente una visita, rimarrete stupiti dalla bellezza di questa biblioteca, ma anche dal percorso culturale che vi è prima, il quale mostra tutti i processi dei manoscritti stilati dai monaci, tra cui il Manoscritto di Kell, che racchiude l’intera trascrizione della Bibbia.
Lungo il nostro percorso verso la meta della nostra giornata, incontriamo la Cattedrale di Cristo, rigorosamente in stile gotico attorniata da un immenso giardino, con il suo caratteristico ponte che unisce la chiesa all’edificio dall’altra parte della strada.
PANO_20180307_145328.jpg
Vale assolutamente la pena entrare a vederla, con le sue coloratissime vetrate interne.
Particolare che non passa inosservato è la statua di Cristo avvolto in una coperta e sdraiato su di una panchina all’ingresso della Chiesa.
Nota bene: la maggior parte delle strutture irlandesi, chiudono al pubblico alle 17:00, alcune però dispongono di un “orario ultimo ingresso”, quindi controlla bene prima sul sito per non avere brutte sorprese.
MVIMG_20180307_175624.jpg
Per concludere la giornata, Guinness Storehouse Experience: per questa struttura hai diritto a sconti se possiedi una student card o un indirizzo email universitario verificato.
Vi diciamo solo che è un’esperienza che vale la pena di essere fatta, tra colori, sapori ed esperienze indimenticabili, il tutto salendo all’interno di una tipica pinta di Guinness: dovete sapere, infatti, che l’interno della storehouse ha la forma del tipico bicchiere.
Gli ultimi piani sono riservati al Gravity Bar nel quale potrete gustare la vostra Guinness con una visuale di Dublino a 360°.
☘️DAY 3☘️
  • St Patrick Church
  • St Stephen’s Park
I tempi stretti non ci hanno permesso di perderci nell’immenso Phoenix Park, situato a nord-ovest rispetto al centro, si estende per circa 713 ettari, comprende lo zoo di Dublino, la Papal Cross, monumento situato nella parte più panoramica del parco, e una colonia di Daini. Consigliamo di includerla nel vostro viaggio se avete maggior tempo e soprattutto, se il meteo sarà clemente, quest’ultimo condiziona un bel po’ l’itinerario.
IMG_20180308_140516.jpg
Non potevamo farci scappare l’altra Cattedrale di Dublino, St Patrick’s Cathedral.
Anch’essa con giardino annesso e in perfetto stile gotico, è la seconda Cattedrale della città per importanza e grandezza.
MVIMG_20180308_163733.jpg
Abbiamo concluso in bellezza passeggiando per il St Stephen’s Park, nel cuore di Dublino, a due passi dal Trinity College. Vale assolutamente la pena visitarlo e perdersi in uno dei piccoli polmoni verdi di cui è piena la città irlandese.
☘️ RESOCONTO ☘️
  • Consigliamo sempre di preferire il passaporto alla carta d’identità, è molto più apprezzato ai controlli e vi faranno meno problemi.
  • Non è necessario un abbonamento ai mezzi, si gira benissimo a piedi, tuttavia il biglietto è acquistabile sul bus.
  • Si raggiunge molto facilmente la città dall’aeroporto grazie ai numerosi bus Airlink.
  • Porta con te la tua student card.
  • Dublino è abbastanza costosa come città, sia per mangiare che le attrazioni (dai 7/8 € in su).
  • La Guinness ha un sapore diverso nella sua patria: decisamente più dolciastro.
  • Non soffermarti solo al Temple Bar ma prova a scovarne altri altrettanto tipici ma decisamente meno affollati e cari (consigliamo Quays Irish Pub, Fibber Magees, Karma Stone)
Voto*: 8.5
*Il voto è dato in base alla nostra esperienza in questa città e quindi del tutto soggettivo

1 pensiero su “Lucky as an Irish man || Dublino in tre giorni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...